Lavoro

Proseguono gli accoglimenti ottenuti dal nostro studio sulla ormai nota questione relativa allo scorrimento della graduatoria per l’assunzione di 1851 Allievi Agenti della Polizia di Stato. Dopo le plurime pronunce del TAR del Lazio, che ha ammesso centinaia di ricorrenti alle successive prove concorsuali, il Giudice Amministrativo si è pronunciato sul ricorso per motivi aggiunti proposto da tutti i ricorrenti che hanno superato tali prove avverso le convocazioni effettuate dal Ministero in data 13 agosto 2019, che ha escluso dal corso di formazione tutti i candidati con un’età superiore ai 26 anni. Dopo aver accolto tutti i ricorsi con decreti…
Il Tribunale Amministrativo per il Lazio, su ricorso patrocinato dagli Avvocati  Michele Bonetti e Santi Delia, ha per la prima volta accolto in sede monocratica la domanda di urgenza è imposto la rivalutazione del punteggio dei nostri ricorrenti consentendogli di proseguire l’attività lavorativa presso la sede prescelta. Come ricorderanno gli addetti ai lavori e i protagonisti di questo concorso, nel mese di giugno 2019, sul sito web dell’INPS era stato reso pubblico l’elenco delle sedi assegnate ai candidati che si sono collocati utilmente nella graduatoria definitiva di merito del concorso a 967 posti di consulente protezione sociale.Dopo che il nostro…
I vincitori del concorso riservato agli abilitati hanno scelto le sedi di assegnazione sulla base dei posti rimasti vacanti a seguito delle immissioni in ruolo per l’a.s. 2018/2019 La loro decorrenza giuridica, tuttavia, è riferita al prossimo anno scolastico 2019/2020. Se, dunque, nelle more vi siano state ulteriori disponibilità si è assistito al paradosso che il vincitore al primo posto della graduatoria, ad esempio, abbia opzionato talune sedi disponibili (ad esempio in Sicilia, Messina, Palermo e Ragusa) e, oggi, il ventesimo, avrà la possibilità di scegliere, oltre alle predette sedi, ulteriori resesi nel frattempo disponibili (ad esempio Enna o Agrigento).…
Con decreto motivato il T.A.R. del Lazio, non solo ammette con riserva i ricorrenti a partecipare al corso di formazione, ma invita per una duplice ragione di deflazione del contenzioso nonché di opportunità, a riesaminare la nostra fattispecie. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, con decreto, ha ritenuto, alla luce del principio della proporzionalità e nella ponderazione degli interessi in conflitto, di assegnare prevalenza all'interesse privato dei nostri ricorrenti disponendo l'ammissione, specifica ed ad personam, di tutti i ricorrenti che hanno superato le prove, a partecipare al corso di formazione. Trattasi sicuramente di un provvedimento monocratico, da confermarsi in…
Altra importantissima vittoria ottenuta sul concorso I.N.P.S. che dovrà assegnare le sedi di lavoro richieste ai nostri ricorrenti. Il Consiglio di Stato, con le ordinanze cautelari aventi numero 5511/2019 e 5512/2019 pubblicate in data 02/08/2019, ha confermato quanto già disposto dai precedenti decreti cautelari n. 3259/2019 e n. 3256/2019, con i quali veniva disposta la riassegnazione provvisoria delle sedi per i ricorrenti secondo il criterio meritocratico. Il medesimo organo giurisdizionale con le suddette ordinanze (n. 5511/2019 e n. 5512/2019) ha così evitato la concretizzazione di una palese disparità di trattamento tra i candidati ammessi con riserva al Concorso I.N.P.S. 967…
Proseguono gli accoglimenti ottenuti dal nostro studio sulla ormai nota questione relativa allo scorrimento della graduatoria per l’assunzione di 1851 Allievi Agenti della Polizia di Stato. Dopo le plurime pronunce, che hanno ammesso centinaia di ricorrenti alle successive prove concorsuali, il TAR del Lazio in data 2 agosto 2019 ha pubblicato l’ordinanza cautelare di accoglimento in riferimento al ricorso n.r.g. 5662/2019 integrato da motivi aggiunti con la quale dispone “l’ammissione con riserva dei soli ricorrenti collocati in graduatoria con punteggio pari o superiore a 8,250 alle prove di accertamento dei requisiti di cui all’art. 6, comma 1, lett. c), del…
L’On.le TAR del Lazio con la recente sentenza n. 6097/2019 ha ribadito il diritto dei ricercatori e tecnologi degli Enti pubblici di ricerca di eleggere un proprio rappresentante all’interno degli organi di governo dei singoli Enti, come sancito dall’art. 2 del d.lgs. 218 del 2016. Questa volta ad essere annullato in parte qua è lo Statuto dell’ISTAT, organismo di primo piano nell’attività di indirizzo e coordinamento del sistema statistico nazionale. Trattasi dell’ennesima occasione in cui il giudice amministrativo è chiamato a pronunciarsi sugli effetti delle disposizioni contenute nel d.lgs. 218/2016 di riordino della normativa vigente in tema di Enti pubblici…
Pagina 1 di 7

Visite oggi 578

Visite Globali 2912852